Infinito Presente 2018

CHE COSA È INFINITO PRESENTE

– Una mostra della durata di una settimana, nella quale sono esposti sculture, fotografie, installazioni e disegni e sono proiettati film e video;
– un simposio di scultura della durata di tre giorni in cui alcuni degli scultori de la Casa per le Arti e della Casa degli artisti di Sant’Anna del Furlo, hanno mostrato pubblicamente come nasce una scultura, partendo da blocchi grezzi di pietra bianca della Maiella che collega idealmente l’arte contemporanea all’arte antica essendo stata utilizzata per esprimere i capolavori dell’architettura e dell’arte sacra medievale abruzzese;
– conferenze, incontri e visite guidate;
– performance sceniche e reading;
– concerti.

OBIETTIVI

– Attraverso l’Arte, la cultura e l’artigianato, restituire alla vita un patrimonio dei cittadini di Chieti; restituire alla comunità una parte del suo patrimonio storico e artistico, dando la possibilità di visitare la chiesa, chiusa ormai da più di quaranta anni, sia a chi non vi è mai entrato che a chi ne possiede un ricordo lontano nel tempo. La riapertura della Chiesa comprende anche la riqualificazione del giardino che ne circonda il perimetro.

– Questa iniziativa intende incorporare un valore che vive e risuona nelle interazioni umane, e trova in esse non solo lo spazio del suo respiro e della sua azione di crescita civile ed estetica, ma anche la base per la sua sostenibilità, che è stata concretizzata con un’azione di autofinanziamento e mobilitazione dei singoli attori del tessuto produttivo e sociale del territorio che ospita la manifestazione.

– Costruire un patto di valorizzazione tra cittadinanza, enti, rappresentanza istituzionale, cittadini, soggetti culturali e associativi, che si rinnovi ogni anno con la riproposizione dell’iniziativa, o che rimanga attivo in modo permanente.

SENSIBILIZZAZIONE E RETE COME STRUMENTI DI SOSTENIBILITÀ E SVILUPPO

Rispetto alla prima edizione del 2015, la riproposizione del 2018 ha visto una maggiore strutturazione dell’iniziativa e del team organizzativo per incorporare competenze ed azioni preposte
alla comunicazione, alla produzione alla raccolta fondi, oltre che alla co-direzione rispetto all’intrattenimento musicale e performativo, attività nuove rispetto alla esposizione permanente dentro la chiesa e al simposio di scultura nel giardino, una caratteristica centrale delle due edizioni.

La maggiore articolazione dell’edizione del 2018, dal punto di vista sia organizzativo che degli appuntamenti proposti, ha inteso sensibilizzare un numero pùi ampio di persone circa il valore della location come emergenza storico-artistica del territorio e contesto per la crescita culturale e sociale dello stesso, attirando un pubblico nutrito e variegato grazie alla differenziazione degli eventi. L’azione di sensibilizzazione è partita volutamente ‘dal basso’ (tessuto civico e produttivo), per sondare l’esigenza e la volontà del territorio e della comunità in vista di una possibile riapertura permanente della chiesa, sostenendo un’istanza da sottoporre alle Soprintendenza, e poi al Comune. Prima di tutto, è stata fatta una operazione di coinvolgimento di imprenditori che finanziassero in beni e servizi, la manifestazione. Gli interventi professionali hanno visto un coinvolgimento diretto nella riqualificazione del giardino totalmente inaccessibile, della chiesa, chiusa da troppo tempo, e dell’impianto di illuminazione, inagibile e non funzionante per l’inutilizzo, oltre che nel conferimento di apporti utili allo svolgimento regolare delle attività ed alla loro riuscita.

OUTPUT

• Incontri di progettazione condivisa con il gruppo di lavoro e presa in carico della produzione e comunicazione dellʼiniziativa;
• ideazione e realizzazione del logo del progetto;
• realizzazione della pagina Facebook dellʼevento e dei rispettivi aggiornamenti periodici;
• realizzazione materiali promozionali (cartaceo, video);
• implementazione interfaccia di e-booking, uno dei canali per la raccolta fondi necessaria alla sostenibilità dellʼiniziativa;
• strutturazione di un sistema differenziato di sponsorship come chiave per la sostenibilità dellʼiniziativa, con possibilità di
contributi in kind e/o economici;
• ufficio stampa;
• reperimento e coordinamento risorse operative per la documentazione di tutto il processo che definisce lʼiniziativa
(documentazione fotografica, realizzazione di interviste audio-visive);
• direzione artistica musica e interventi culturali;
• produzione del video-documentario dellʼiniziativa.

RASSEGNA STAMPA