Nel corso della storia, ci sono stati molte sovrapposizioni produttive nei settori della conoscenza: eminenti matematici hanno elaborati calcoli per  servire esigenze rituali di centri spirituali, i filosofi hanno esplorato strade scientifiche per rivitalizzare le arti.  Quanto si dovrebbe tornare a fare oggi è incoraggiare progetti di collaborazione per:

  • Invitare gli artisti a presentare le proprie opere d’arte, performance, danza, teatro, cinema, musica, opera, e altro ancora
  • Fornire spazi e risorse per artisti, scienziati e pensatori per co-creare e sviluppare nuovi progetti
  • Sollecitare l’organizzazione di conferenze, workshop, iniziative di sensibilizzazione della comunità, programmi pubblici, e corsi di formazione continua