cu_i comunicazione umanistica integrata

cu_i vive e lavora negli spazi aperti della cultura e dell'arte,
dell'imprenditoria e della creatività.
Realizza e cura nel tempo progetti di comunicazione e promozione,
utilizza il web e la stampa, le parole e le immagini,
attiva processi di consulenza e counseling, ricerca e scrittura.

[ Il nostro sistema concettuale si basa sulla nostra esperienza. Se comprendiamo cosa esprimiamo attraverso il linguaggio, oltre l’informazione, possiamo dare luogo ad un processo di trasformazione della nostra condizione presente: emotiva, fisica/corporea, comportamentale. ]

La denominazione nasce dalla voglia di far confluire tutte le nostre competenze in un unico progetto che fonda la sua caratteristica principale proprio nel filo comune che abbiamo individuato appena dopo esserci incontrati, nel significato che diamo alla parola comunicazione e nelle potenzialità che abbiamo individuato nello strumento web.

cu_i promuove una comunicazione di tipo ecologico, secondo il significato etimologico della parola greca oikòs, ‘casa’, ‘il nostro posto’. La comunicazione per cu_i è comunicazione nel contesto a cui partecipiamo, nel sistema costituito dalle nostre emozioni, convinzioni e verità e dall’insieme delle relazioni che incontriamo. La consapevolezza ecologica è la nostra consapevolezza di abitare in queste relazioni, come parte attiva e responsabile.

cu_i si propone di dare ad ogni progetto di comunicazione la più ampia dimensione: la profondità del significato che si vuole trasmettere agli interlocutori di riferimento, la larghezza di un punto di vista capace di accogliere e valorizzare il messaggio grazie all’utilizzo di metodologie diversificate ed integrate, l’altezza dei risultati importanti che ognuno si propone di affidare al proprio messaggio. Solo in uno spazio comunicativo così ampio e concreto può sentirsi pienamente a proprio agio, nel “proprio posto”, chi, della comunicazione, è il soggetto privilegiato, l’uomo, con la sensibilità, la ricchezza, la creatività che gli appartengono.

La pluralità degli strumenti (culturali, tecnici, informatici) che utilizziamo fa parte della metodologia che ci spinge a creare, insieme al committente, un progetto comunicativo unico ed integrato nelle sue componenti. La realizzazione di un sito web è soprattutto l’occasione, per chi desidera averne uno, di fare il punto della situazione prendendo coscienza delle risorse e delle fragilità del proprio progetto e della propria attività, delle potenzialità che crescono grazie alla possibilità di promuoverlo, ma soprattutto di farlo conoscere e spiegarlo nei minimi particolari attraverso descrizioni dettagliate e materiali diversificati, arricchendolo con la creazione di collegamenti e reti che ne condividono contenuti e valori. Perché tutto ciò sia realizzabile non è sufficiente una grafica accattivante e la copia di testi sulle pagine del sito, ma una condivisione di obiettivi, la voglia di ascoltare il racconto dell’attività/progetto con apertura e spirito critico per individuare punti di forza e aspetti da migliorare, procedendo poi ad integrare le informazioni che vengono fornite con la ricerca, e ad ottimizzarle tecnicamente per fare in modo che siano reperibili e ben fruibili sul web, a fornire un contesto visuale utile ed attraente.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page

comunicazione umanistica

[ L’ecologia oggi è conoscenza perché unisce le scienze alla civiltà umana, ridà unità alla natura prima studiata solamente nei suoi innumerevoli aspetti fisici e biologici. Come apprendere a vivere? La conoscenza non si ha con la frammentazione ma con l’unione. È necessaria una riforma della conoscenza del pensiero, un nuovo umanesimo globale che sappia affrontare i temi della persona e del pianeta. (E. Morin) ]

Lavoriamo secondo una concezione umanistica della comunicazione perché riteniamo fondamentale che ogni progetto che necessiti di essere conosciuto sia presentato secondo i valori di chi l’ha ideato. Il progetto di comunicazione parte dall’idea dell’uomo che si rivolge ad altre persone perché si identifichino nel suo progetto, ma più che altro perché possano conoscerlo come in un vero e proprio incontro. Non esistono falsi bisogni da trasmettere o luoghi ideali da far conoscere, ma idee da condividere e promuovere.

Così com’è nato il progetto cu_i, dall’incontro di due persone che hanno riconosciuto valori e obbiettivi comuni, ci proponiamo di incontrare le persone che vogliono condividere un’idea per trovare insieme il modo giusto per farla conoscere alle altre persone.

Il proposito centrale dell’uomo che possa recuperare la sua unitarietà rispetto al suo “essere nel mondo” in ogni occasione che gli si presenta, ci porta ad una condivisione serena e accrescitiva di nuovi progetti. Vivere la propria personalità in modo sano e consapevole, significa riconoscere e onorare i propri valori, le proprie intenzioni, il senso delle esperienze, della propria vita.

Perché una idea entri nel mondo e nella cultura, bisogna prima di tutto capire la concezione di chi se ne fa rappresentante: le relazioni con il mondo, la storia personale, le aspirazioni, lo stile di vita, sono elementi fondamentali perché costituiscono la base per costruire un discorso solido e in tutti i modi autentico.

Ciò che l’uomo sente, vive e sperimenta determina una particolare atmosfera, sensibilità, significati che fanno scaturire un linguaggio da rendere condivisibile.

La riflessione da condurre insieme non tralascia l’espressività spontanea e la produttività creativa di chi insieme a noi vuole intraprendere un percorso di analisi delle potenzialità del progetto di comunicazione che recherà in sé valori, amore, libertà.

La concezione integrata della persona a cui teniamo rappresenta la volontà di mantenere inalterato il mondo che viene portato da chi dialoga con noi per esprimere al meglio la propria idea. È indispensabile fare della lingua il luogo e il mezzo più adatti per ideare e realizzare i nostri progetti. Alla innovazione e alla efficienza devono necessariamente aggiungersi una buona qualità esistenziale degli individui che partecipano al dialogo e un clima favorevole alla crescita, alla espressione e alla creatività individuale. Le emozioni e i sentimenti sono altrettanto presenti in ambiti lavorativi e professionali e anzi, ci danno l’input per intraprendere percorsi di crescita e di reale scambio.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page

comunicazione integrata

Ciò che cu_i comunicazione umanistica integrata considera di primaria importanza è la sfera della soggettività e dell’esperienza vissuta. L’aggettivo umanistica sta infatti a sottolineare la particolare attenzione alla sfera interiore e soggettiva della natura umana e ad evitare ogni forma di sterile oggettività. Ciò che per natura è complesso (e non complicato) non deve in nessun modo, forzatamente, venire semplificato.

Comunicare avendo presente che come me l’interlocutore ha una particolare esperienza, cultura, personalità, aspettative e desideri, può voler dire mettere le basi per stringere un autentico dialogo, ancora più fruttuoso se l’obiettivo di questo incontro è iniziare un lavoro importante insieme.

L’esperienza della persona comprende aspetti sostanziali come la valorizzazione della dimensione etica e della dignità, la libertà di scelta, la spinta creativa e l’autorealizzazione; è fondamentale avere presente la propria esperienza e quella dei nostri interlocutori per intraprendere un vero discorso creativo.

cu_i vede nell’esperienza della persona la chiave per lo sviluppo e l’accrescimento delle potenzialità di un progetto comunicativo.

La visione olistica che cu_i abbraccia è volta a comprendere la persona nella sua totalità di individuo che entra in un complesso sistema di relazioni con il mondo. Non si può pensare ad un’autentica condivisione prescindendo dalla storia personale e dalle aspirazioni cioè, dalla particolare visione del mondo dei nostri interlocutori.

Questa apertura verso la realtà favorisce, secondo cu_i, un’ulteriore apertura verso la creatività, un possibile mezzo di autorealizzazione e di realizzazione dei nostri interlocutori, ovvero, l’integrazione di tutte le qualità umane che vengono messe a disposizione per la creazione di un nuovo progetto comunicativo.

Favorire l’emergere dei dati qualitativi di ogni persona rende possibile una differenziazione autentica e costruttiva, in uno scambio di informazioni dinamico, un lavoro alla continua ricerca di peculiarità.

L’esperienza, la vita di ogni giorno, ci riporta ad un clima di spontaneità e genuinità, caratteristiche fondamentali per instaurare la fiducia reciproca ed un contatto umano che contribuiscono a creare un rapporto favorevole al cliente e al lavoro intrapreso.

La comprensione empatica, la condivisione delle proprie esperienze, sensazioni ed impressioni rendono possibile l’individuazione delle esigenze e delle aspettative dei nostri clienti. Mettersi nei panni dell’altro senza perdere la propria obiettività e il senso critico affinché i consigli e la consulenza siano al massimo della professionalità.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page

comunicazione ecologica

[ L’erba è mortale, gli uomini sono mortali, gli uomini sono erba (G. Bateson) ]

 

 

cu_i promuove una comunicazione di tipo ecologico, secondo il significato etimologico della parola greca oikòs, ‘casa’, ‘il nostro posto’. La comunicazione per cu_i è comunicazione nel contesto a cui partecipiamo, nel sistema costituito dalle nostre emozioni, convinzioni e verità e dall’insieme delle relazioni che incontriamo. La consapevolezza ecologica è la nostra consapevolezza di abitare in queste relazioni, come parte attiva e responsabile.

Accogliere qualcuno in un dialogo significa prima di tutto porci in una condizione di responsabilità, cercando di rendere comodo e rassicurante lo spazio in cui il nostro interlocutore si senta libero di parlare ed esprimersi.

La comunicazione ecologica permette di superare, attraverso la nostra consapevolezza, i pregiudizi che tutti possiamo avere e i filtri che poniamo naturalmente all’inizio di uno scambio. Insegna ad ascoltare e a porre le condizioni per accogliere le diverse realtà con cui entriamo in contatto. Ogni persona ha il proprio mondo fatto di cultura, emozioni, idee, creatività.

La possibilità di far emergere necessità e potenzialità per indirizzare e fondare una collaborazione reciproca è la base per lavorare diffondendo reciprocamente coscienza e disponibilità.

È importante definire nel tempo, nel rapporto costante con i nostri interlocutori, aspettative e risultati, senza dimenticare mai di ascoltare con attenzione le reciproche esigenze, di valorizzarne la diversità, di coltivare un clima di fiducia e serenità, di valorizzare di volta in volta i risultati raggiunti, di imparare dagli errori che l’esperienza ci offre un valore aggiunto.
La magia di un incontro gestito secondo le regole della “accoglienza” è il risultato finale che dimostrerà di racchiudere al suo interno ogni argomento trattato, ogni idea, ogni impressione, con in più la giusta forma, e un modo nuovo di iniziare a guardare al futuro.

L’impegno costante a liberarsi dei pregiudizi, porsi all’ascolto senza riserve mentali, saper aspettare, imparare ad osservare tutto ciò che di nuovo e diverso il mio interlocutore ci offre, tutto questo, ci mette nella condizione di essere più aperti e leggeri, dà spazio alla lucidità e alla creatività.

La comuicazione assertiva, di cui spesso si parla, è un metodo che promuove il profondo rispetto dello spazio personale, da parte nostra e degli altri, verso di noi e verso gli altri, che permette di essere sé stessi e di vivere con i propri valori. Implica un profondo senso di responsabilità delle proprie azioni e di accettazione delle conseguenze che esse provocano. È sicuramente uno stile di vita verso cui ci orientiamo.

Vivere e lavorare favorendo uno sviluppo armonico delle relazioni, delle idee e dei nostri progetti e di quelli dei nostri interlocutori significa darci la possibilità di una continua verifica, dei nostri messaggi, dei nostri propositi, di ciò che volevamo ottenere e abbiamo ottenuto, di come abbiamo proceduto seguendo la giusta direzione.

La sorpresa è giungere ad un risultato superiore a quello previsto.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page

comunicazione creativa

Fin dai tempi più antichi l’uomo ha sentito il bisogno di regolare ciò che di più alto sentiva all’interno di se stesso in una concatenazione di gesti ed espressioni sonore che assecondassero queste emozioni, passioni, l’anelare verso un mondo altro rispetto alla apparenza immediata della natura. Si è espresso con la danza e con il suono – il ritmo – e ha compiuto un gesto artistico. Ha iniziato a comunicare su un livello che ha condiviso e per questo reso oggettivo, culturale.

Entrare in comunicazione, oltre che un bisogno è una tendenza naturale alla condivisione, alla relazione e l’arte rappresenta il mezzo con cui il linguaggio – la tecnica – l’azione, non escludono il piacere. L’arte come azione è immaginazione, è creatività.

Koinomia, communio, comunità.

Creare, inventare, agire liberamente, lasciando fluire l’immaginazione e l’espressione delle proprie qualità. Poi raccogliere le idee.

Scrivere, incidere, segnare parole mediante un mezzo su di un supporto..quando la creatività incontra la tecnica, il testo esprime il pensiero, le emozioni e le sensazioni di chi scrive e crea un legame con i sensi, l’immaginazione, le emozioni di chi legge. La scrittura creativa crea empatia.

La comunicazione creativa è la relazione, la comunicazione del nostro mondo al mondo degli altri, nel pianeta che accoglie la varietà infinita dell’espressione.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page

comunicazione efficace nel tempo

Perché un progetto di comunicazione sia efficace e abbia un senso, alla base deve esistere la voglia di far conoscere una realtà in cui credete e che – sappiamo – possa cambiare nel tempo.

Come nella vita reale, in cui ciò che ci interessa è al centro delle nostre attenzioni, anche ciò che racconta di noi sul web o attraverso altri media deve ricevere un nostro apporto continuo.

Un consulente serio e motivato è colui che è in grado di trovare nel racconto della vostra storia le risorse, il nuovo, ciò che voi stessi non avevate mai saputo osservare.

Insieme si dà vita al racconto che andrà seguito e ‘alimentato’ nel tempo, così da trovare coincidenza con la vostra realtà più attuale.

Come ogni cosa che ci sta a cuore, tutto ciò comporta un investimento che dà ulteriore valore a ciò di cui viviamo e riconsegna uno spazio di attenzione a ciò che per noi è importante.

Il consulente del vostro progetto comunicativo deve saper interiorizzare aspettative e necessità per capire il vostro punto di vista, ma deve anche saper trovare il giusto distacco per sottolineare criticità e risorse.

↺ for comments and for focusing :) view as a stand alone page